Il Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001

Descrizione

Il D.Lgs. 231/2001 ha introdotto la responsabilità penale degli enti per i reati commessi, nel loro interesse o vantaggio, dai soggetti che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione dell’ente e/o dai soggetti sottoposti alla direzione o vigilanza di questi ultimi. Il Decreto prevede un meccanismo di esenzione dalla responsabilità se l’ente dimostra di aver preventivamente adottato ed efficacemente attuato “modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi”.

Per garantire l’efficacia del Modello 231 è di primaria importanza promuovere la piena conoscenza delle regole di condotta che vi sono contenute, attraverso attività di informazione e formazione rivolte a tutti i destinatari del Modello stesso.

Contenuti

  • Il quadro normativo di riferimento in materia di responsabilità amministrativa degli enti
  • Il Modello adottato dalla società:
    • Le finalità
    • La struttura e i contenuti
    • La metodologia adottata dalla società per la redazione del Modello
  • Il Codice Etico adottato dalla società
  • Il sistema disciplinare
  • I processi sensibili con riferimento alle famiglie di reato contemplate nel Modello
  • I principi di comportamento (generali e specifici) e gli standard di controllo ai fini della prevenzione dei reati
  • Questionario sui contenuti del corso 231, al fine di testare l’effettivo apprendimento dei partecipanti